Setting

Forgot Password

Language:
  • en
  • ru
  • fr
  • fr
Currency :

Trasporto gratuito per ordini superiori a € 30,00

10% di sconto per i nuovi clienti

Pagamenti sempre sicuri

Supporto per i tuoi acquisti

Caro caffè

Caro colazione. Aumenterà il costo del caffè?

In questo periodo stiamo riscontrando molti rincari su molte materie prime, e il caffè non fa eccezione.

Il costo di una tazzina di caffè al bar potrà arrivare a costare 1,20€ nel corso del 2022, a riferirlo è Assoutenti (Associazione no profit per la tutela dei consumatori e educazione al consumo).

Una semplice tazzina di espresso al bar raggiunge dei prezzi sempre più alti rispetto al 2021, la causa deriva dai rincari delle quotazioni delle materie prime che sono cresciute più del 80% per quelle del caffè, del 60% quelle del latte e del 30% per il cacao e lo zucchero.

Si tratta di costi aggiuntivi per le attività che di conseguenza influiscono sul costo al consumatore finale. Anche i rincari del costo dell’elettricità e del gas influiscono negativamente sul costo del caffè, portando il costo di una singola tazzina di un espresso a 1,50€.

Costo del caffè, l’espresso più caro d’Italia

Secondo Assoutenti i rincari riguardano delle specifiche zone d’Italia, e ha stilato la mappa ufficiale dei prezzi dell’espresso nelle principali province italiane.

“Il prezzo medio nazionale del caffè è oggi di circa 1,10 euro contro 1,038 euro del 2021 – afferma Assoutenti – La palma del caro-caffè spetta al Trentino Alto Adige, con i bar di Trento che vendono l’espresso consumato al banco in media a 1,25 euro, 1,24 euro a Bolzano. Anche a Cuneo il caffè costa 1,24 euro.

In ben 3 province dell’Emilia Romagna (Ferrara, Ravenna e Reggio Emilia) l’espresso abbatte la soglia psicologica di 1,20 euro, così come in Veneto (Rovigo e Venezia), mentre a Padova e Vicenza il prezzo medio è di 1,19 euro.

Il caffè più economico d’Italia – avverte Assoutenti – è quello servito dai bar di Messina (0,89 euro), seguita da Napoli, città dove l’espresso è una tradizione storica (0,90 euro) e da due province calabresi (Reggio Calabria e Catanzaro, 0,92 euro).

La mappatura del caffè realizzata da Assoutenti registra così differenze abnormi dei listini tra nord e sud Italia: il caffè costa a Trento addirittura il 40,5% in più di Messina, pur essendo il medesimo prodotto e realizzato allo stesso modo!


Hai trovato interessante questo articolo?

Continua a seguirci sui nostri social Facebook e Instagram e scopri tante altre curiosità sul caffè!

ricetta-chiacchere-carnevale-caffe-marodda

Con l’arrivo del carnevale inizia la preparazione dei dolci tradizionali di questo periodo.

Oggi vogliamo proporvi un grande classico della tradizione italiana, la ricetta di un ottimo dolce da condividere insieme ad una tazzina di espresso Marodda: le chiacchiere.

Ecco cosa serve:

INGREDIENTI

  • 250 g di farina 00
  • 1 uovo
  • 10 g di burro morbido
  • 50 ml di latte
  • 1 cucchiaio colmo di zucchero semolato
  • 15 g di liquore secco tipo Strega
  • la scorza di 1/2 limone
  • sale
  • olio di semi di arachide per friggere
  • zucchero a velo

PREPARAZIONE

Inizia con grattugiare la buccia di un limone biologico, facendo attenzione a non grattugiare la parte bianca.

Metti il burro in una terrina e scioglilo qualche secondo nel microonde.

Unisci tutti gli ingredienti e inizia a lavorarli, finché non avrai ottenuto un panetto morbido e omogeneo.

Ricoprilo con la pellicola e lascialo riposare per 30 minuti in frigorifero.

Taglia un pezzo dal panetto, lasciando il resto nella pellicola, inizia a lavorarlo con il matterello o la stendi pasta fino ad ottenere uno spessore di 2mm.

Friggi le chiacchiere nell’olio di semi caldo, scolandole man mano con un mestolo a ragnatela. Lasciale raffreddare su una carta assorbente, in modo da far assorbire l’olio.

Una volta fredde, trasferiscile sul piatto di portata e cospargile con lo zucchero a velo.

Provale e pubblica le foto e tagga le nostre pagine Facebook e Instagram

caffe-mal-di-testa-rimedi-naturali

Degli studi confermano che il caffè può essere usato come rimedio per il mal di testa.

Ma attenzione alle quantità, assumerne troppo può causare l’effetto opposto.

 

Caffè e mal di testa. Cosa dice la scienza

Bere una tazza di caffè amaro contro il mal di testa è un rimedio molto antico, che sembra funzionare, ma è davvero così?

Si!

Degli studi scientifici sono riusciti a dimostrare che c’è realmente un nesso tra l’uso della caffeina e il mal di testa.

Tuttavia bisogna considerare delle variabili. Esistono diverse tipologie di mal di testa, e, la caffeina aiuta solo in alcuni casi, mentre in altri può addirittura aggravare il fastidio.

Caffè e mal di testa. Come curare l’emicrania.

Secondo quanto afferma il neurologo Vincenzo Tullo dell’Humanitas Mater Domini: “Il caffè, o meglio la caffeina, aiuta ad attenuare il dolore in caso di emicrania, grazie al suo potere vasocostrittore (restringe i vasi sanguigni) ed al suo effetto analgesico.”

L’emicrania è dovuta all’allargamento dei vasi sanguigni e la caffeina aiuta ad alleviare il dolore grazie alla sua proprietà di vaso costrittore.

Ma i tipi di mal di testa sono davvero tanti, e la caffeina risulta efficace soprattutto contro quelli occasionali.

Affinché risulti efficace è bene bere una tazzina di caffè amaro e rilassarsi per una ventina di minuti al buio e al silenzio

Le proprietà vaso costrittrici della caffeina vengono spesso utilizzate in ambito farmaceutico in molti analgesici, in quanto facilitano l’assorbimento del farmaco, velocizzandone l ‘effetto.

Caffe e mal di testa. Quando evitare di assumerlo.

Ci sono alcune tipologie di mal di testa che possono essere aggravate dalla caffeina.

Nel caso in cui si soffra di Cefalea Muscolo Tensiva, dovuta ad uno stile di vita poco sano, caratterizzato da: stress, alimentazione scorretta e poche ore di sonno, l’assunzione di caffeina potrebbe peggiorare il dolore alla testa, in questo caso è consigliabile bere delle tisane come la valeriana o la camomilla.

Ogni soggetto può avere una reazione diversa all’assunzione di caffeina. Se vi rendete conto che vi causa dei problemi potete comunque non rinunciare al gusto di un buon caffè gustando un decaffeinato.

 

Seguici sulle nostre pagine Facebook e Instagram per rimanere sempre aggiornato!

 

cheesecake-al-caffè-marodda-ricetta

Si avvicina la bella stagione e con essa il bisogno di mangiare qualcosa di fresco, oggi vi proponiamo la ricetta della cheesecake con caffè Marodda, un dolce leggero, fresco e gustoso, ideale per chiudere i pasti estivi.

Una ricetta molto semplice che non richiede cottura, veloce da preparare anche per chi non ha dimestichezza con la preparazione dei dolci

Varianti

Nella nostra ricetta abbiamo utilizzato la miscela classica Marodda, ma se preferisci puoi sostituirlo anche con del caffè decaffeinato, puoi acquistarlo cliccando qui.

Per la base abbiamo utilizzato dei classici biscotti al cacao, ma anche questi possono essere sostituiti in base ai gusti, se non ami il cacao puoi usare dei biscotti classici utilizzando la stessa quantità di burro, mentre per i celiaci e sufficiente utilizzare dei biscotti senza glutine, il risultato sarà comunque gustosissimo.

 

Ingredienti

Base

280 gr di biscotti al cacao

150 gr di burro

Crema

400 gr di formaggio fresco spalmabile tipo philadelphia

150 gr di mascarpone

100 ml di panna

25 gr di Maizena (amido di mais)

130 gr di zucchero a velo

40 ml di caffè Marodda amaro

Decorazione

Cacao amaro in polvere

Chicchi di caffè

 

Procedimento

Per preparare la base inserisci i biscotti nel mixer e tritali finemente, spostali in una ciotola unici il burro e mescola bene con un cucchiaio.

Inserisci il composto in uno stampo a cerniera da 22 cm rivestita con la carta da forno, disponi la base della cheesecake in maniera uniforme pressandola delicatamente con il dorso di un cucchiaio. Metti a riposare la base in frigo per mezz’ora.

Per la crema prendi una ciotola e inizia a lavorare il formaggio spalmabile con le fruste, mentre le fruste sono in movimento, aggiungi poco alla volta il mascarpone, lo zucchero a velo, la maizena e caffè Marodda.

Monta a parte la panna e aggiungila al composto mischiandola delicatamente con una spatola facendo dei movimenti dal basso verso l’alto per evitare che si smonti.

Prendi la base dal frigo e riempi lo stampo con la crema, lasciandone una parte per le decorazioni.

Con un colino cospargi la parte superiore con il cacao amaro.

Metti la parte di crema rimanente in una sac a poche e crea dei riccioli lungo il mordo mettendo un chicco di caffè sulla punta.

Lascia riposare il dolce in frigo 2 ore prima di servirla.

 

Segui le nostre pagine Instagram e Facebook per scoprire tantissime altre ricette al caffè e altre curiosità.

Buona ricetta

Caffè Marodda

castagnole-al-caffè-marodda

Carnevale si avvicina, e con esso anche la preparazione di dolci tradizionali, come le chiacchiere e le castagnole. Oggi vogliamo proporvi una variante molto golosa di un classico di questa festa: le castagnole con crema al caffè.

Castagnole

Per l’impasto
  • 200 g. di farina 00
  • 30 g. di burro (morbido)
  • 50 g. di zucchero
  • 6 g di lievito in polvere per dolci
  • 1 uovo
  • 2 cucchiai di liquore a scelta (oppure latte)
  • Scorza d’arancia (grattugiata)
Procedimento

Setaccia la farina e il lievito in una ciotola, unisci l’uovo, il burro fuso e la scorza d’arancia grattugiata, aggiungi il liquore scelto (o il latte) e lo zucchero.

Amalgama gli ingredienti con le mani, quando l’impasto inizia a rapprendersi (1) forma dei cordoncini e taglia dei pezzetti come gli gnocchi e arrotolali con le mani (2).

Scalda abbondate olio di semi in una pentola stretta e friggile poche per volta, appena iniziano a diventare dorate scolale e falle raffreddare.

procedimento-castagnole-crema-caffè

Crema al caffe

Ingredienti
  • 150 g. di mascarpone
  • 4 cucchiai di caffè
  • 50 g. di zucchero a velo
Procedimento

Metti il mascarpone in una ciotola e ammorbidiscilo con una spatola, unisci il caffe e lo zucchero a velo, continua a mescolare finché il composto diventa una crema omogenea, trasferiscilo in una sac a poche e inizia a riempirle delicatamente forandole direttamente con il beccuccio. Spolverizza con dello zucchero a velo.


Provale con il nostro caffe, lo trovi su questa pagina.

Seguici sui nostri canali social Facebook e Instagram per scoprire tante altre ricette e curiosità del caffe

 

Questo Capodanno sarà molto diverso per tutti noi, a causa delle restrizioni per il Covid-19.

Non potremo condividere la gioia delle festività vicino ai nostri cari, ma non disperiamo!

Noi di caffè Marodda vogliamo regalarvi delle gustose ricette di dolci al caffè per addolcire questo periodo amaro!

Di seguito troverete tante ricette di dolci facili e veloci tra cui scegliere per il vostro cenone come: la torta al caffè espresso o i muffin al caffè; insomma potete sbizzarrire la vostra fantasia in cucina e scegliere il dolce che più vi piace, tutti rigorosamente al caffè, meglio se caffè Marodda!

Vediamo le ricette:

 

Plum-cake ricotta e caffè

Ingredienti

  • 3 uova
  • 250 grammi di ricotta io di mucca, ma anche altri tipi vanno bene
  • 120 grammi di zucchero semolato
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 250 grammi di farina 00
  • 2 tazzine di caffè ristretto
  • Granella di zucchero
  • Cacao per la copertura

 

Come preparare il plum-cake ricotta e caffè

In una terrina mescola la ricotta con lo zucchero fino a renderla cremosa. Unisci alla ricotta, il caffè amaro e mescola. Unisci le uova e mescola bene fino ad ottenere un composto omogeneo. Versa la farina poco per volta continuando a mescolare con l’aiuto di una spatola, e aggiungi il lievito.

Imburra e infarina uno stampo da plum-cake e versa il composto, aggiungi in superficie la granella di zucchero e metti il dolce in forno statico, a 170° per circa 30 minuti.

Il plum-cake ricotta e caffè è pronto, cospargilo di cacao e sarà una vera bontà, morbido, goloso e leggero,

Guarda il video della ricetta

Muffin al caffè

Ingredienti

  • 270 g di Farina
  • 140 g di Zucchero
  • 2 Uova
  • 140 g di Caffè Marodda
  • 125 g di Burro
  • 10 g di Lievito per dolci
  • 1 pizzico di sale
  • 5 g di Bicarbonato

 

Come preparare i muffin al caffè

Prepara il caffè e lascialo raffreddare, ne frattempo versa il burro morbido e lo zucchero in una ciotola e inizia a lavorarlo con lo sbattitore elettrico fino ad ottenere un composto omogeneo, mentre le fruste sono in movimento aggiungi le uova, è importante che gli ingredienti siano tutti alla stessa temperatura, a questo punto setaccia direttamente nella ciotola: la farina, il bicarbonato il lievito per dolci e un pizzico di sale, aziona le fruste e miscela bene tutti gli ingredienti, a questo punto l’impasto risulterà molto consistente, quindi aggiungete il caffè a temperatura ambiente e amalgama il tutto.

Sistema i pirottini di carta in una pirofila per muffin e riempili con un cucchiaio per 2/3 della loro capienza.

Inforna in forno statico preriscaldato a 180° per 25 minuti nel ripiano centrale.

Sforna i muffin 12 e lasciateli intiepidire. A questo punto i vostri muffin al caffè sono pronti per essere gustati.

Torta panna e caffè

Ingredienti

  • 300 g di farina 00
  • 3 uova
  • 220 g di zucchero semolato
  • 120 ml di olio di semi
  • 100 ml di latte
  • 100 ml di caffè
  • 16 g di lievito per dolci

 

Come preparare la torta panna e caffè

Per preparare questa torta metti in una ciotola e uova e lo zucchero e inizia a lavorarli con lo sbattitore elettrico, aggiungendo il latte e l’olio di semi un po’ per volta.

Setaccia la farina nella ciotola unendola poco a poco al composto, mescolando bene in modo che non si formino grumi, una volta incorporata tutta la farina aggiungi il lievito per dolci.

Unisci il caffè amaro all’impasto, amalgama tutti gli ingredienti. Infarina una tortiera da 24 cm e trasferisci l’impasto al suo interno.

Cuoci in forno ventilato, già caldo, per circa 55-60 minuti a 165° (in forno statico a 170° per 5-10 minuti in più)

Una volta raffreddata monta la panna fredda e crea un taglio centrale nella torta riempila sezione con metà della panna montata e guarnisci la parte superiore con la panna avanzata.

A questo punto la torta è pronta per essere gustata. Chi non ama la panna può saltare l’ultimo passaggio, questa torta è molto gustosa anche senza ripieno.


Questi sono ottimi dessert per chiudere il cenone di fine anno. Vi auguriamo un Buon 2020!

Facci sapere com’è andata, lasciaci un tuo commento o la foto del dolce qui in basso.

Caffè Marodda

Il caffè può essere veicolo di contagio del virus?

Il caffè proveniente dai paesi con un alto tasso di contagi possono diffondere il virus?

 

Tutto ciò che c’è da sapere sul caffè e il covid-19

Il caffè è sicuramente la bevanda più amata da noi italiani, ma a causa del clima non è possibile coltivarlo nel nostro Paese, motivo per cui siamo costretti a importarlo.

La maggior parte del caffè che importiamo proviene dai Paesi che sono stati maggiormente toccati dalla pandemia di coronavirus; questo può presentare un rischio per la nostra salute? Il caffè importato può essere veicolo di contagio da corona virus?

Possiamo stare tranquilli, la risposta è no. Secondo delle ricerche non ci sono rischi legati al consumo di caffè, nonostante venga prodotto in zone ad alto rischio, questo perché il processo di produzione del caffè è un processo molto lungo, diviso in molte fasi.

Dopo la raccolta nei campi, il caffè, viene lavorato, immagazzinato e infine spedito. Solo la spedizione impiega circa 30 giorni per arrivare a destinazione; Dunque tutti questi processi hanno una durata molto più lunga rispetto a quella della sopravvivenza del virus sulle superfici.

 

Si può trasmettere il virus attraverso gli imballaggi?

La trasmissione del Covid-19 attraverso gli imballaggi dei prodotti che compriamo al supermercato è altamente improbabile, a confermarlo è una ricerca della International Commission on Microbiological Specifications for Foods (ICMS), che ha stilato un nuovo rapporto dedicato alla sicurezza degli alimenti durante la pandemia.

Questo studio sottolinea come al momento non ci siano prove scientifiche che il confezionamento dei prodotti possa essere veicolo di contagio. Ovviamente seguire le classiche regole per la prevenzione ci aiuta a evitare inutili rischi, ricordarsi di sanificare le mani prima di entrare nel supermercato è una buona abitudine che protegge noi e gli altri.

 

Dunque possiamo stare tranquilli, non esiste alcun legame tra il caffè e il contagio da Coronavirus. I batteri resistono sulle superfici poche ore e i lunghi tempi di lavorazione e di spedizione eliminano tutti i rischi.

Seguici sul nostro blog e sui nostri social Facebook e Instagram per rimanere costantemente aggiornato su tutte le news sul mondo del caffè.

Un’azienda produttrice di caffè, con sede nell’ Alto Tirreno Cosentino ha voluto creare un abbinamento molto particolare, unendo il suo caffè con il cedro, frutto identificativo della riviera dei cedri, dove ha sede l’azienda.

Raccontare il proprio territorio utilizzando i sapori e gli aromi che lo identificano, questa è la tendenza del 2020; per accompagnare il turista dentro un’esperienza gastronomica intensa e originale, cercando di portare alla ribalta anche un piccolo paese come Santa Maria del Cedro, che ha molto da offrire come storia, cultura e sapori, ma che ancora è poco conosciuta.

Legami tra tradizioni e gusto

Questa sperimentazione è stata fortemente voluta da Massimiliano Deidda, fondatore e proprietario del marchio Caffè Marodda, il quale ha voluto abbinare una bevanda, ormai simbolo di italianità, come il caffè espresso, al cedro, frutto identificativo della riviera dei cedri.

cocktail-cedro-caffè-marodda-abbinamento-bevanda-santa-maria-del-cedro

Il cedro è un frutto che si presta bene a tantissime lavorazioni, viene adoperato sia in ambito culinario che nel settore estetico. Ha un forte legame con diversi credi religiosi; per gli ebrei simboleggia il frutto dell’albero più bello indicato a Mosè da Dio. Per i Buddhisti simboleggia ricchezza, felicità e longevità.

In ambito culinario è stato abbinato a molti ingredienti, di recente è stato proposto questo nuovo abbinamento, molto particolare che a primo impatto potrebbe sembrare quasi contrastante, ma che in realtà è stupefacente: con il caffè.

L’abbinamento è stato studiato e sperimentato da Davide Spinelli, trainer autorizzato SCAE e vincitore del campionato italiano Aeropress, sfruttando le note: dolci, acide e amare che possiedono entrambi gli ingredienti, creando dei cocktail dai sapori originali e facilmente riproducibili, anche a casa.

Il 22 Settembre 2020 è stato dedicato un evento a questo particolare abbinamento.

L’evento è stato svolto nella scuola di caffetteria di Coffea Italia, a Marcellina, nel comune di Santa Maria del Cedro, erano presenti il prof. Franco Galiano, Presidente dell’Accademia Internazionale del Cedro; Luigi Salsini, Direttore della testata giornalistica CalNews e Massimo Nocito di Rete Sud.

Durante questo evento sono stati proposti diversi cocktail a base di cedro e caffè, per scoprire le ricette segui il nostro blog e le nostre pagine Facebook e Instagram

 

X